Francesco Balsamo e Luc Ferrari – vengodalmare

devo starmene come una piega del foglio
così è la testa al mattino

ancora rivolta
al muro di ieri

aiutare il cielo a sillabbare l’azzurro
e il bianco

con una parola che sta
tra il berretto e la testa

con un fazzoletto
dobbiamo fare una risposta

devo starmene come un nodo a una parola

*

il cielo
curvo
su una candela
adesso ha
l’età di una candela
e la candela ha
un suo odore di diluvio

*

così ci siamo acquattati
in un angolo

senza intenzione di fare discorsi
solo la comprensione dell’abbraccio

*

abbiamo il mare appena fuori casa
e tutto è lontano e vicino
e siamo e non siamo sicuri,

ma pensa a tutto il mare,
basta trattenere il respiro –

sempre oggi, oggi sempre
terra terra del mai –
qui tutti insieme facciamo una brezza

da Tre bei modi di sfruttare l’aria –
Francesco Balsamo

 

Source: Francesco Balsamo e Luc Ferrari – vengodalmare

  1. that would be throwing yourself away

  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: